Convegno
“Rigenerazione urbana ed innovazione sociale in un Parco Naturale Metropolitano”

 

Contesto di riferimento:

 

Le aree protette e di pregio naturalistico rappresentano un patrimonio collettivo di eccezionale valore da tutelare e trasmettere per garantirne rispetto e conservazione nel tempo. La presenza attiva e quotidiana di fruitori consapevoli contribuisce da un lato allo sviluppo sostenibile del territorio e dall’altro alla trasmissione delle conoscenze e di una cultura ambientale diffusa tra i cittadini.

In quest’ottica, il diritto alla fruizione e al godimento della natura da parte di persone diversamente abili diviene di fondamentale importanza. I benefici dello “stare in natura”, del vivere gli spazi verdi, percorrerli e prendersene cura, impattano positivamente a livello psichico, sociale, affettivo e fisico. Le tematiche sulla tutela attiva del territorio e sulla qualità della vita stanno registrando una crescente importanza nei processi di sviluppo economico, sociale e culturale. Lo dimostra il fatto che, tra gli 11 obiettivi principali dell’Accordo di Partenariato sui fondi strutturali, sottoscritto dall’Italia con l’Unione Europea, ben 6 sono incentrati sulla sostenibilità e sull’ambiente. In questo scenario i Parchi e le aree naturali assumono un ruolo fondamentale per l’applicazione di strategie ed interventi concreti in ambito di rigenerazione urbana ed innovazione sociale. Ne è testimonianza anche il Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana di Bari il cui primo piano operativo di interventi, pari a 230 milioni di euro, prevede progetti in rete incentrati sulla “Valorizzazione degli attrattori naturali, i parchi e le lame della Terra di Bari e del paesaggio rurale” e sulla “Realizzazione di percorsi ciclabili e pedonali per la fruizione dei beni ambientali e culturali
della Città Metropolitana”.

Questo appuntamento, di carattere scientifico e disseminativo, intende partire proprio dagli indirizzi strategici esistenti per mettere a fuoco esperienze, contributi e buone pratiche attuate negli ultimi anni sui temi della rigenerazione urbana e dell’innovazione sociale all’interno delle aree naturali protette e non solo.

l

L’esperienza del progetto “Un Parco da Vivere”:

l

Il progetto “Un Parco da vivere” svolto nel Parco Naturale Regionale di Lama Balice evidenzia le potenzialità sociali, economiche e ambientali inespresse di un luogo naturale, nell’ottica di partecipare alla costruzione di indirizzi strategici per l’area Metropolitana di Bari. Realizzato dalla Società Cooperativa Tracceverdi in partnership con la Confederazione Italiana Agricoltori Puglia nelle pertinenze esterne di Villa Frammarino, questo progetto sperimentale è un esempio di convivenza tra un processo di riattivazione di spazi verdi, situati all’interno di un’area naturale protetta ed un processo di inclusione sociale attraverso l’accessibilità degli stessi a persone con disabilità motorie e psichiche: il giardino sensoriale e l’agricoltura sociale diventano pratiche innovative per la riabilitazione psichica e sociale di persone in situazione di forte disagio e marginalità.

“Un Parco da vivere” è dunque una delle prime esperienze baresi in linea con principi ed ambiti strategici identificati dall’area metropolitana: valorizzazione dei paesaggi rurali e peri urbani e in particolare quelli delle lame; inclusione e coesione sociale e sviluppo di capitale sociale attraverso prassi innovative; miglioramento dell’accessibilità ai luoghi pubblici per le categorie socialmente vulnerabili. “Un Parco da vivere” è un buon esempio di rivitalizzazione di un’area naturale protetta e di uno spazio pubblico, volto al sostegno della conciliazione e del benessere collettivo.

f

Bozza di programma e modulo di iscrizione:

f

Clicca qui per iscriverti al Convegno

L’evento, attualmente in fase di preparazione è in programma mercoledì 3 maggio 2017 alle ore 9:00 presso la Sala Convegni di Villa Frammarino (c/o Sede del Parco Naturale di Lama Balice). Il Convegno Scientifico rientra tra le attività di UN PARCO DA VIVERE, il progetto di agricoltura sociale nel Parco di Lama Balice.

 



Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE